Di nota in nota la musica

crea sentimenti, emozioni;

un nuovo amore, la musica

cullava le nostre illusioni.

Ci crescevano docili e buoni

il pallone la sola magia

ma un bel giorno: che voci, che suoni!!!  / [parlato… i “Bëatles”, i Bitles, i Bitlos]

e la cometa, il messia… son state quelle canzoni.

Love me do, Please please me,

cominciava così

una storia che fa innamorare.

She loves you yeah, yeah, yeah,

e prendeva anche me

la mania di cantare e suonare.

L'ambizione più grande:

formare un complesso

batteria tre chitarre

sognavamo il successo…

Si era giovani e belli

Abbiam perso i capelli

nel profondo del cuore

siamo più o meno quelli;

Get back, Ticket to ride,

Let it be, A hard day’s night 

Grazie Beatles,

thank you, non ve l’ho detto mai.

(I remember)  23.12.63

Su rai 1 una sera d’inverno

e per me fu uno choc per davvero

sirene di un mondo moderno

luminoso, a colori 

il nostro in bianco e nero.

 

Nowere man, drive my car

quanti amici in quel bar

di in jukebox sento la nostalgia

Penny Lane, In my life

E nei testi oramai

c’era in più un non so che di poesia.

Ed i nuovi ellepì ci colpivano al cuore

crescevo con loro

dura ancora il mio amore.

E con Girl, yesterday

io mi stringevo a lei

quante volte ho cantato Michelle

 bocca a bocca If I fell, Baby’s in black

Come together, Hey Jude    

Something, Help, Norwegian wood

 Sono eterna bellezza, magia, gioventù...

E ci sarà un giorno chi / vi dirà… beh, quello lì:

“Ti ricordi… cantava Ledelbì”.