Fufi

(L. Ravasio)

 

 

 

Fufi... l' ol gner de nm

che l'v gisto b a bastard

che s' tra in d' fosst

pi de zche e de sp,

perch l' gh'a padr galantm.

Per te l'ra ass na carssa,

per te dst f ol strigss,

isprch de pacich

'nsma i s-ccc pi balss:

match, a te 'ndet anche a messa.

In csa, quiet in del prim banc

t' fcc bestemi ol nst sagrsta:

de rabia a ghe bala la sta

e l' prd la sachla di franch...

"Pect!-i dsa- iss ambel

che l' par ol cagn de S.Rch,

l' imp trp sadech

a l' gh' del lifrch,

ghe rss padr, tcc istbel".

E a frsa de f ind la ca

l' rida la sistemassi

in c del strassr:

i s s-ccc i te ca,

ma ol tata a l'te d i pessad...

La mama la te trata mi

per s de l ho sentt d

che la la f i gcc, ma per fai ind in salm,

l' bra p a f s i casonsi...

d i t' cargt s la jeep

sentet i s-ct che i pianza:

"ol Fufi nd l?

perch a l' turna mia?"

ma i t'ra z bla sperdt.

E iss t' traerst na strada

compgn che te fet al pas,

per s l'asfalt

s' mia st la frenada,

i t' tirt sta decs.

Ol bambo l' al mar e ai s s-ccc

a l' gh' promett: "Se st b

ve tre bl nol, ol Fufi l'ra barb,

ma guai fl durm in del vst lcc...".

Intt a l'pensa:"Se 'nd in vacansa

al lasser ind aprf a l'Ada,

l' mi ol canal

che schisst s la strada,

se l' mr me f mia dl la pansa...".

Ve f la moral a la f:

gh' 'n giro di bastarcc sensa ol cu,

i a ciam cristi

e la rassa l' umana,

ma i rsta di fii de gabana.

 

Fufi... il genere di nome

che va a pennello ad un bastardino

che troviamo in un fosso

pieno di zecche e di spine,

perch aveva un padrone galantuomo.

A te sarebbe bastata una carezza,

per hai dovuto fare il vagabondo,

sporco di fango

in compagnia dei bambini pi birichini:

mattacchione, andavi anche a messa.

In chiesa, quieto nel primo banco

hai fatto bestemmiare il nostro sacrestano:

dalla rabbia ha le traveggole

e perde la sacca delle elemosine.

"Peccato-, dicevano- cosi amabile

che sembra il cagnolino di S. Rocco,

sia un po' troppo selvatico

e abbia del lazzarone,

gli ci vorrebbe un padrone un tetto fisso".

E a forza di scodinzolare

arrivata la sistemazione

in casa dello straccivendolo:

i suoi bambini ti coccolano,

ma babbo ti d i calcioni...

La mamma ti tratta meglio,

per su di lei ho sentito dire

che alleva i gatti per cucinarli in salm,

brava anche a preparare i ravioli.

Un giorno ti hanno caricato sulla jeep,

sentivi i bambini piangere:

"Fufi dov'?

perch non torna?"

ma ti avevano gi belle sperduto.

E cos hai attraversato una strada

come facevi al paese,

per sull'asfalto non si vista la frenata,

ti hanno investito con decisione.

Lo scemo al mare e ai suoi figli

ha promesso: "Se state buoni

vi trovo un bel cucciolo, il Fufi era un barbone,

ma guai farlo dormire nel vostro letto...".

Intanto pensava:"Se vado in vacanza

lo abbandoner vicino allAdda,

meglio il canale che schiacciato su una strada,

se muore non mi faccio venire il mal di pancia.

Vi faccio la morale alla fine

ci sono in giro dei bastardi senza coda

li chiamano cristiani e sono di razza umana

ma rimangono dei gran figli di buona donna.