Chanson d'amour

Testo -S. Pagliaroli, L. Ravasio; musica L. Ravasio

 

 

 

Quando l'ma piv adss l'amr

de del d la lna 'n del pss

de ncc se snte ol t calr

m de ciar ol sul quando gh' fsch.

 

A l' la s mia me pder che ol s s-ct

l' inemurt de na "ma-dam-l'uasell"

[mademoiselle]

cressda 'n mss ai treni in d' casl:

'nd i tira s la stanga

e i f pass ol dirt.

E p a me mder a la stanta a crd

che facc grip i rdle del servl:

gh'l' smper ch e me snte

a spir la pl;

a s stnch snsa bv e l' me crss

e l' me crss:(h!) l'amr e 'l rispt.

 

La me murusa l' mora e l' bionda

segnd de l'ngol de 'nd l' pca ol sul

l' magrulina e anche rotonda

perch iss a me l' facia s ol Signr.

Se la mv i cc m ciape la stnda

e se la grigna i dcc i tace fir

e i rissul che de la frnt i grnda

a i i chii de la Madna di pitr.

 

La me murusa l' come n agnel

ngher de pl con d'na stla in frnt

l' l'onda in del mar, la rdola in del n

a l' ol nol dr al sul s l'oriznt

la lna che camina sl cam;

l' ciara come l'aqua d'na fnt

sincera come bl bicr de

che l' rsta am 'l lar pi b del mnd.

 

 

Quando mi piove addosso lamore

vedo di giorno la luna nel pozzo

di notte se sento il tuo calore

vedo chiaro il sole quando buio.

Mio padre non lo sa

che il suo figliolo

innamorato di una signorina

[ma dammi l'usl]

cresciuta in mezzo ai treni

in un casello

dove alzano la stanga

e fanno passare il diretto.

E anche mia madre fatica a credere

che ho fatto grippare

le rotelle del cervello:

ce lho sempre qui

e mi sento prudere la pelle

sono stinco senza bere e mi cresce lamore e il rispetto.

La mia morosa mora e bionda

secondo langolo dei raggi del sole

magrolina e anche rotonda

perch cos me lha fabbricata il Signore.

Se muove gli occhi perdo la trebisonda

e se ride i denti sono tanti fiori

e i riccioli che scendono dalla fronte

sono quelli della Madonna dei pittori.

La mia fidanzata

come un agnellino

nero di pelo

con una stella in fronte

londa nel mare, lalllodola nel nido

la nuvola dietro il sole sullorizzonte.

la luna che cammina sul camino;

chiara come lacqua di una fonte

sincera come un bel bicchier di vino